CENA A SAN GIOVANNI

Sabato 27 si cena tutti insieme all’oratorio San Giovanni (vicolo due torri, n°5). Ognuno porta qualcosa e poi si condivide, in più un gruppo di cuochi, nel pomeriggio, preparerà qualcosa sul posto.
In più ‘Miss Polpetta’!

MISS POLPETTA
BRESCIA ORATORIO S. GIOVANNI SABATO 27 ALLE 20,00
REGOLAMENTO UFFICIALE:
Ogni partecipante dovrà fare almeno 30 polpette (meglio 50), si consiglia di farle di piccole dimensioni.
Le polpette non posso essere cotte sul posto quindi ogni partecipante deve organizzarsi autonomamente per tenerle in caldo.
Ogni polpetta può essere presentata in maniera creativa, deve essere sempre presente l’elenco degli ingredienti.
Le polpette dolci sono gradite ma fuori concorso.
Durante la cena ogni concorrente sarà giudice delle altre polpette, verranno dati massimo:
10 punti per il gusto,
5 per la presentazione,
5 per la qualità-originalità-sostenibilità* degli ingredienti
A fine serata miss polpetta verrà premiata ed osannata da tutti i partecipanti.
*le polpette tradizionalmente sono fatte per riciclare gli scarti alimentarii

INCONTRO CON ASS. MUCHETTI parte 2

ciao,

mercoledì 3 febbraio alle 17.00 andiamo dall’assessore Muchetti a chieder conto dei lavori che A MAGGIO dell’anno scorso, lui e il sindaco avevano promesso di eseguire in estate e che non hanno fatto.
L’ASL l’anno scorso ha dichiarato inagibile parte della Calini , ma non hanno fatto quasi nulla e gli spazi sono aperti in deroga alle leggi sulla sicurezza…
ANCHE ALLA MANZONI UN PIANO E’ STATO CHIUSO PERCHÉ INAGIBILE.

 

Alla Calini con dei soldi già stanziati in anni precedenti hanno pitturato ma senza risolvere le infiltrazioni di umidità e senza nemmeno togliere le librerie che hanno dietro la muffa. Difatti oggi i muri sono nuovamente scrostati.

 

Dopo un articolo uscito sui giornali a ricordar la condizione della scuola hanno sturato qualche WC (senza vergogna e senza senso del ridicolo, la mattina stessa dell’uscita sui giornali) .
In estate dicono che faranno l’impianto antincendio, ma l’impianto elettrico non è a norma in muri pregni di umidità, cosa che può essere pericolosa per i bambini, per i lavoratori della scuola e può provocare cortocircuiti e quindi incendi. Far l’antincendio ma non risolvere le cause che lo innescano è come andare in macchina con le cinture allacciate ma con i freni rotti…
Anche la cancellata del parco di via Odorici è “architettonica”, ma pericolosa e inefficace, la mattina nel cortile della scuola si trovano escrementi umani, preservativi e siringhe… Hanno speso un sacco di soldi per una cosa inutile e non l’hanno ancora ammesso e men che meno corretto gli errori fatti…
Anche alla Mompiani oltre all precarietà della sede ci sono molti lavori improrogabili che vanno fatti.
ecco un po’ di motivi per cui ci farebbe piacere essere in tanti…
partiremo alle 16,30 all’uscita da scuola, genitori e bambini, con coriandoli, vestiti di carnevale, fischietti quant’altro per poi arrivare in via Marconi alle 17,00.
ciao e grazie
il comitato genitori della Calini
Ps Fatelo sapere anche ad altri genitori, i problemi della nostra scuola sono gli stessi di molte altre e vanno risolti per il futuro dei nostri figlie e delle nostre figlie, non vogliamo che nessuna scuola sia pericolosa ma vogliamo che tutte siano accoglienti.

CARENZA DI ORGANICO

 

 

Alla cortese att.ne del/la:

Dirigente Dott. Mario Maviglia

Ufficio Scolastico per la Lombardia – Brescia

 

Dirigente scolastico Dott.ssa Alessandra Ferrari

Istituto Comprensivo Centro 3 – Brescia

 

e p.c.

Coordinatrice di plesso Scuola Calini

Giulia Braghini

redazione del Giornale di Brescia

redazione di BresciaOggi

redazione del Corriere della Sera

 

Assessore all’Istruzione di Brescia

Dott.ssa Roberta Morelli

Sindaco di Brescia

Emilio Del Bono

 

Brescia, 18/01/2016

I genitori della scuola primaria Calini esprimono la loro forte preoccupazione per le difficoltà che si stanno verificando nel regolare svolgimento dell’attività didattica-educativa dovuta alla carenza di organico.

Tale situazione si verifica per la mancata sostituzione tempestiva dei docenti assenti e diventa ancora più grave quando coinvolge i bambini diversamente abili che si trovano per lunghi periodi senza docenti di sostegno.

Pensiamo non sia nostro compito entrare nel merito dei meccanismi di nomina dei supplenti ma siamo fermi nel ribadire il diritto all’istruzione sancito dalla Costituzione e pretendere che il servizio pubblico non venga interrotto oltre un tempo ragionevole, cosa che non sta accadendo.

La situazione che si sta verificando nell’ultimo periodo è inaccettabile e chiediamo alle Istituzioni competenti di farsene immediatamente carico.

Rimaniamo in attesa di un vostro riscontro porgiamo distinti saluti.

 

Comitato Genitori Scuola Primaria Calini